Le voci di Per voi giovani

HOME

             
 

     

A metà degli anni '60 anche la RAI monopolista e tradizionalista aveva iniziato a porre attenzione al mondo dei giovani. Con Per voi giovani adotterà la struttura del "contenitore", dove si parlava di musica ma anche di temi che interessavano i giovani, di informazione, di viaggi e altro.
Proponiamo qui alcuni estratti dai programmi dello storico programma, per rivivere gli anni e riascoltare alcune voci di quella lunga stagione.

Per l'ascolto degli estratti in Real Audio è necessario avere installato Real Player Basic. I restanti sono ascoltabili da browser
I brani musicali sono sfumati per le solite esigenze di tutela del copyright.
Nella foto dello studio di registrazione RAI si riconoscono Paolo Giaccio, Carlo Basile (in piedi), Carlo Massarini, Mario Luzzatto-Fegiz, Teresa Piazza e Richard Benson
(foto Ciao 2001)

 
 

 

     

Indice: Sigle, stacchetti e inizio trasmissioni / La musica di Per voi giovani / Le traduzioni / Lucio Battisti (e Mogol) a Per voi giovani / Lo "Spazio Rocchi" / Per voi giovani Estate / Le classifiche e i 100 LP da salvare

 
             

Sigle, stacchetti e inizio trasmissioni

 

 

1970

 

La sigla della prima serie del popolare programma RAI, quando era presentato dal suo ideatore Renzo Arbore. Era un celebre brano jazz dell'organista Jimmy Smith, The Cat.
Cliccare sulle immagini a lato per far partire questo e i successivi audio clip.
La registrazione è di bassa qualità e leggermente accelerata.

 
 

Renzo Arbore

  1970  

Per voi giovani: i vostri dischi, i vostri problemi, i vostri argomenti, presentati da Renzo Arbore e Anna Maria Fusco. Qui invece si può sentire proprio l'inizio della trasmissione, per 1' e 45" circa, con al microfono Renzo Arbore e Anna Maria Fusco. Arbore esordisce dichiarando di voler ripristinare la "buona vecchia abitudine" di elencare gli interpreti della parte musicale. Il nastro originale presentava principi di smagnetizzazione e l'audio non è ottimale anche dopo un parziale restauro. Se qualcuno riconosce il primo interprete e gli altri meno intellegibili ce lo faccia sapere. C'erano comunque Jethro Tull, The Band, New Trolls, Rare Earth, Beatles, John Mayall, Patrick Samson. (Audio AAC) (*)

 
 

 

1971

 

La sigla più ricordata della trasmissione, a partire dagli anni '70, era invece tratta da un brano strumentale dei Traffic, Glad, contenuto nel loro album John Barleycorn Must Die.
Un ottimo inizio di pomeriggio, senza alcun dubbio.

 
 

 

  1971  

Con la gestione in prima persona di Paolo Giaccio arriva anche un'altra sigla, più energetica, estratta da Moby Dick dei Led Zeppelin. Sulla sigla interviene l'inviato speciale per servizi esterni Caracalla, uno speaker o personaggio di Per voi giovani del quale non abbiamo memoria né notizie. Se qualcuno vuole o può aiutarci ne saremo lieti e grati a lui o lei.

 

La musica di Per voi giovani

 

Eric Clapton - 1971

 

1971

 

Carlo Massarini al microfono da' il via ad una puntata pomeridiana di Per voi giovani, dopo la storica sigla Glad, che si può ascoltare integralmente, annunciando i risultati di una delle classifiche tra gli ascoltatori in corso in quell'anno, quella tra i migliori chitarristi rock. Si comincia dal 10° posto con Jeff Beck (underrated), non mancano alcuni campioni del nascente hard rock pronto a diventare heavy metal e altri evergreen come Rory Gallagher, ma ai primi tre posti sono consolidati e condivisibili in qualsiasi epoca: Jimmy Page, Eric Clapton e Jimi Hendrix al primo (era anche scomparso pochi mesi prima). (3:05) (*)

 
 

Deep Purple

  1971  

In estate Per voi giovani torna con una formula diversa, più concentrata sulla musica, in quel 1971 molto ricco da questo punto di vista i due conduttori, Raffaele Cascone e Carlo Massarini, non hanno che l'imbarazzo della scelta per comporre la scaletta del giorno. Il programma andava in onda tutti i giorni feriali tra le 16:20 e le 18:20 da Via Asiago 10 in Roma. Nell'estratto si possono ascoltare due inizi di programma, il primo tutto concentrato sull'hard rock, con Deep Purple e Black Sabbatj. Il secondo sul rock 'n roll tradizionale con Jerry Lee Lewis, che Massarini però confessa di non apprezzare molto. Preferisce qualcosa dei "vecchi cari Doors", più musicalmente costruito, ad esempio un "vecchio brano" da Morrison Hotel, addirittura del 1969 (!). (3:15) (*)

 
 

Cream

  1971  

E a proposito di recente passato, vissuto però allora come passato remoto (anche descrivendolo) ecco la sigla della rubrica Suoni e musiche dal passato, presentata da Raffaele Cascone, con due scelte dedicate ai Cream di White Room (1968) e alla Equipe 84 di 29 Settembre (1967), unica canzone italiana del periodo che ha avuto un buon riscontro anche in USA, come racconta Massarini. (1:05) (*)

 
 

 

1971

 

Una puntata dedicata al progressive rock e ai suoi campioni e indiscussi leader per popolarità in Italia, agli inizi degli anni '70: gli Emerson, Lake & Palmer o, per tutti gli appassionati, semplicemente ELP. Un contributo non marginale alla loro popolarità veniva probabilmente da Per voi giovani, dove, ad esempio in questa trasmissione, viene addirittura trasmesso integralmente un loro classico LP di progressive sinfonico; la loro celebre rivisitazione della celebre composizione di Modest Mussorgsky "Quadri di un'esposizione" (Pictures at an Exhibition) nella orchestrazione sinfonica di Maurice Ravel. Si inizia con un brano che vede in evidenza il chitarrista Greg Lake, impegnato a pennellare con la chitarra classica il suo brano The Sage (aggiunto ai brani tratti da Mussorgsky). Poi si passa ad un assolo di moog con protagonista Keith Emerson, il brano è The Old Castle, per proseguire poi agli altri brani del compositore russo incentrati sulla enigmatica figura della strega Baba Yaga, reinterpretati dal trio in una esecuzione live a marzo del '71. Operazione non indispensabile, ma all'epoca assai apprezzata. Al microfono Carlo Massarini e Mariù Safier.

 

Le traduzioni

 

 

1971

 

Claudio Rocchi nel suo "Spazio Rocchi" scippa a Massarini il capolavoro dei Led Zeppelin e presenta ai ragazzi che ascoltano Per voi giovani in un pomeriggio di novembre del 1971 la celeberrima (poi) Stairway To Heaven, preceduta da una traduzione integrale del pregevole testo di Robert Plant. Ma era in quel pomeriggio un'assoluta novità, e chi era sintonizzato su Radio 2 la ascoltava certamente per la prima volta, perché era contenuta nell'album uscito in UK l'8 di quello stesso mese (5:18, la canzone è sfumata). (**)

 
             
    1971   Un passo indietro, siamo in agosto e le scelte di Rocchi ricadono su Melanie con la sua The Saddest Thing, dall'album The Good Book del 1971, una bella canzone dell'eroina di Woodstock, e su James Taylor e la sua You Can Close Your Eyes dall'album Mud Slide Slim and the Blue Horizon pubblicato a marzo, tutte novità del momento, uscite nello stesso 1971. (3:25) (**)  
             
    1971   Ancora un piccolo passo indietro, ora siamo a luglio del 1971, il mese del famoso concerto dei Led Zeppelin a Milano conclusosi tra scontri e lacrimogeni, ma NON perché il gruppo rock n.1 del momento avrebbe dovuto iniziare alle 24 dopo i Vianella, Gianni Morandi e i Ricchi e poveri! Alla radio l'ineffabile Claudio Rocchi propone invece sempre musica sognante attentamente tradotta, iniziando con un pezzo celebre e malinconico di James Taylor (Hey Mister, Yes It's Me on the Jukebox) e finendo con una Joni Mitchell in versione molto intellettuale (a maggio) con The Gallery, in mezzo i Ten Years After con Circles (5:35, tre spezzoni di trasmissioni diverse unite tra loro. The Gallery è un po' disturbata) (**)  
             
    1970   Altro passo indietro, e siamo all'anno prima, a novembre del 1970. Carlo Massarini cura per la trasmissione alcune traduzioni che vengono poi lette da Luciano Alto, un doppiatore professionista. Le canzoni scelte sono due capisaldi della produzione dell'ora premio Nobel Bob Dylan (nel '70 nessuno lo avrebbe potuto preveder): A Hard Rain's A-Gonna Fall, la canzone scritta nei giorni dell'incubo della crisi di Cuba, quando sembrava che la guerra termonucleare globale fosse ormai inevitabile, e Like A Rolling Stone, una canzone scritta, pare, ispirandosi alla incantevole e sfortunata Edie Sedgwick (come Just Like A Woman), icona degli anni '60. (12:31) (**)  
             

Lucio Battisti (e Mogol) a Per voi giovani

             
 

 

1972

 

Le interviste cantate a Lucio Battisti. In diverse occasioni Lucio Battisti ha partecipato ala trasmissione. Nel 1968 in occasione del lancio della nuova canzone dei Dik Dik "Il vento" il cantautore reatino (all'epoca ancora quasi soltanto autore) ha presentato in anteprima per sola voce e chitarra il suo brano. Poi nel 1971 e nel 1972, spesso assieme a Mogol, ha presentato altre canzoni, rispondendo anche a domande di Paolo Giaccio. Lo spezzone che presentiamo riguarda Amore caro, amore bello, con i commenti di Mogol. Su YouTube sono ascoltabili altri frammenti (Emozioni, Nel cuore, nell'anima, Io vivrò senza te, 29 settembre, Anche per te, Non è Francesca, Il tempo di morire, Anna, Insieme a te sto bene)

 
             
 

 

1972

 

Fa parte di questa serie di interviste e di interpretazioni anche questa conversazione tra Paolo Giaccio e Mogol, con Battisti sullo sfondo che interviene più con incisi musicali che con parole, dove il noto autore fornisce alcune spiegazioni sui motivi ispiratori delle canzoni. E si scopre così che tra i temi che tratta La canzone del sole c'è anche la ecologia (il mare nero non era quindi solo una suggestione psicologica).
Le interviste cantate sono andate in onda nella settimana dal 3 al 7 gennaio 1972 (date dei file reperiti). In caso non siano più accessibili su YouTube scriveteci.

 
             
 

  1971   Mario Luzzatto Fegiz presenta in anteprima. è l'aprile del 1971, una delle canzoni più celebri e probabilmente anche la più venduta di Lucio e Battisti: "Che ne sai tu di un campo di grano?". Possiamo ascoltare anche noi come fosse la prima volta Pensieri e parole a Per voi giovani. (1:03) (**)  
             
 

  1970   Siamo a novembre del 1970 e Carlo Massarini a Per voi giovani apre una piccola sezione tutta dedicata a Battisti iniziando da una sua canzone dei tempi della "linea verde", scritta ovviamente con Mogol, Uno in più, in origine per Riky Maiocchi, poi una canzone scritta invece per Mina, tra le migliori del duo di autori (Io e te da soli) e per finire un estratto dal suo LP di quell'anno, nientemeno che Emozioni, una bella canzone meno ricordata di altre: Era (Era aprile, era maggio, era chi lo sa ...". (3:16) (**)  
             

Lo spazio Rocchi

Claudio Rocchi negli anni '70

 

1972

 

Un frammento da "Spazio Rocchi", la trasmissione nella trasmissione affidata a Claudio Rocchi, cantautore interessato a nuovi orizzonti musicali, alle origini bassista in complessi beat milanesi (in particolare con gli Stormy Six) e, a Per voi giovani, guida ispirata verso nuove dimensioni musicali, e non solo. Molto interessante la sua selezione (che come al solito dobbiamo purtroppo sfumare per evitare problemi con le case discografiche e i loro esattori). Due cantautori meno noti,  Peter Sarstedt con Every Word You Said (Is Written Down) e l'inglese Allan Taylor con Sometimes, e un brano non tra i più frequentati di Cat Stevens, If I Laugh. Per tutte una breve traduzione e una serie di considerazioni che conducono ad una conclusione che è una convinzione di Rocchi (e anche un suo noto brano): "la realtà non esiste". Per saperne di più sull'artista Rocchi è possibile visitare il suo sito.
Per la fonte di queste registrazione vedere le note.

Rocchi

 

1972

 

Ancora una registrazione, questa volta integrale, dello "spazio Rocchi" in un pomeriggio del 1972. Il musicista legge alcuni brani da "Il profeta", il capolavoro di Khalil Gibran. Massime e riflessione sentite e risentite, ora, ma piuttosto nuove all'epoca (giravano dagli anni '60 negli ambienti della "controcultura" USA). Onore a Rocchi, considerato da molti allora un bizzarro tipo fuori dal mondo, perso nel suo misticismo, mentre le persone concrete erano tutte impegnate nel "sociale" (se non nella "rivoluzione") e che invece si dimostra in netto anticipo sui tempi. A contrappuntare le parole illuminate del grande poeta e pensatore libanese brani degli MC5 (Future Now), dello stesso Rocchi (Volo magico numero 1), dei Radha Krishna Temple, e ancora del cantante folk inglese Allan Taylor (The Lady). Non manca il mantra "hare krishna" e qui forse si può notare che Rocchi forzava un poco (anzi molto) l'insegnamento del pensatore turco verso un misticismo orientale (visto da un occidentale) che in realtà era piuttosto lontano dal distacco poetico ma laico del suddetto Gibran.

 

  1973  

L'anno successivo, a Per voi giovani estate (siamo in agosto 1973) condotta da Massimo Villa, Claudio Rocchi torna come ospite, di ritorno da una lunga permanenza in Sicilia parla del suo modo di comporre musica (e di vivere) e presenta alcuni suoi autori preferiti, come Joni Mitchell o i Byrds (impegnati in Laughing) o Paul Simon, ma anche i Rolling Stones, e alcune sue composizioni, discorrendone con Villa. Le canzoni presentate sono quasi tutte sfumate e con parlato sopra di esse (commenti e traduzioni) e così è possibile ascoltare la puntata quasi integralmente (sono circa 28').

 
 

  1973  

Un mese dopo, a settembre, un altro intervento come ospite di Claudio Rocchi, assieme a Massimo Villa sono presentati alcuni brani interessanti scritti dal cantautore milanese, come La norma del cielo (verso la fine) oltre che intelligenti scelte musicali targate spesso "west-coast" (Neil Young, Joni Mitchell, James Taylor), anche se inizia con la PFM e il George Harrison "indiano" di Love Me To e passa anche per il rock dei Free con All Right Now. Non manca anche una esecuzione dal vivo alla chitarra dello stesso Rocchi. La puntata dura circa 28'.

 

Per voi giovani estate

 

 

1973

 

Avvio delle trasmissioni pomeridiane con Carlo Massarini al microfono. Siamo nell'estate del 1973 e il programma è, ovviamente Per voi giovani estate, la musica è quella degli Yes, siamo nella fase di massima popolarità del genere progressive. "Puntata tutta dedicata al progressive" annuncia infatti Massarini.

 
 

 

1973

 

Sempre nell'estate del 1973, un estratto da una tipica scaletta di "Per voi giovani estate" (meno servizi e più musica nella edizione estiva) con una ottima sequenza proposta ancora da Carlo Massarini. Si inizia con un capolavoro di Bob Dylan, Knockin' On The Heaven's Door (che era uscito in USA nella prima quindicina di luglio del '73, siamo quindi a fine luglio, era come noto la colonna sonora del film Pat Garrett & Billy The Kid, di Sam Peckinpah, e anche Dylan interpretava una piccola parte come omaggio a questa sua insolita iniziativa, vedi foto a lato), per proseguire con un brano da Second Contribution di Shawn Phillips (dovrebbe essere Song For Sagittarians, non presente nel clip) e quindi con un bellissimo brano (da riscoprire) di David Bowie, Letter To Hermione, e quindi la California con Teach Your Children dei Crosby, Stills, Nash & Young.
Non mancano notizie e traduzioni in pillole da parte del conduttore sui brani trasmessi.

 

 

Nella foto Bob Dylan è assiema a Joan Baez, sua compagna d'avventura negli anni di Mr. Tambourine Man

 

1973

 

Ancora nel 1973 (a luglio) un ottimo esempio dell'opera di divulgazione della conoscenza della musica che sapeva fare la trasmissione della radio. Una delle canzoni più belle e più note di Bob Dylan, anche grazie alle celebre versione dei Byrds, la ballata Mr. Tambourine Man, viene proposta per intero assieme alla traduzione degli enigmatici e poetici versi che l'hanno reso famosa, letti con giusta intensità dai due conduttori (che sono Raffaele Cascone e Teresa Piazza).

 

 

 

1973

 

Un altro pomeriggio a Per voi giovani vera e propria (è il 25 settembre 1973) in compagnia di Carlo Massarini. Si inizia con i Temptations (il brano non è incluso nell'audio clip) e poi si procede sempre in area R&B con lo Spencer Davis Group, dedicato dal presentatore "a tutti i winwoodomani" (Steve Winwood era il musicista di spicco dello SDG) per poi continuare in zona blues con la splendida Angie dei Rolling Stones. Si prosegue con un brano meno noto di Elton John, dal suo album del 1973 Don't Shoot Me, I'm Only The Piano Player (il brano è Have Mercy On The Criminal) per chiudere infine deliziando gli ascoltatori con una delle più belle canzoni di sempre, Bridge Over Troubled Waters ("un ponte sopra le acque burrascose" traduce Massarini) di Simon & Garfunkel.

 
 

 

1973

 

In questo altro clip, di ottobre 1973, compare brevemente Raffaele Cascone, in un passaggio di testimone a Carlo Massarini. Il brano proposto da Cascone era la classica Mrs. Robinson di Simon & Garfunkel, il tema dal film Il laureato, mentre Massarini si dedica al progressive con Visions Of Angels, dal primo effettivo album del gruppo inglese, Trespass del 1970 (anche se Massarini lo data al '69). Da notare che il lungo (e un po' involuto) brano del gruppo di Peter Gabriel viene proposto per intero (sono quasi 7 minuti) dalla benemerita RAI del '73. Il "quarto long playing" citato da Massarini è il fortunatissimo (in Italia) Selling England By The Pound, nei negozi inglesi a novembre del '73, ma distribuito pressoché in contemporanea anche da noi.

 

Procol Harum

1973

Sempre nell'autunno del 1973 (settembre) Carlo Massarini presenta un classico dei Procol Harum risalente al 1967, notissimo in Italia, il brano solo strumentale Fortuna (in inglese il titolo era Repent Walpurgis). Pubblicato come retro di una cover in italiano degli stessi Procol Harum, era diventato da subito un cavallo di battaglia per tutti o quasi i gruppi che avevano in organico un tastierista.
 

Le classifiche e i 100 LP da salvare

Le Orme

1973

Un passo indietro, siamo a maggio del 1973, e i conduttori sono Nello Tabacco e Margherita Di Mauro, presentano una classifica, ma non è quella degli ascoltatori (vedi dopo), è la classifica di vendita degli LP, al terzo posto ecco l'ambizioso ultimo album uscito all'epoca di uno dei più noti gruppi progressive italiani, Le Orme. Un concept album di ispirazione fantasy dal titolo Felona e Sorona, con una ambiziosa copertina cerata per l'occasione da uno dei più noti pittori surrealisti italiani, Lanfranco Frigeri. La canzone selezionata per rappresentarlo è Al di fuori del tempo. Al primo posto però si torna in UK con Elton John, la canzone scelta dal suo album del momento, Don't Shoot Me, I'm Only The Piano Player, è ovviamente Daniel.

Procol Harum

 

1973

 

Settembre 1973, ancora Per voi giovani estate e ancora Massarini al microfono che propone agli ascoltatori prima due brani dei Procol Harum dal loro primo album del 1967, la loro più celebre canzone A Whiter Shade Of Pale e poi  Christmas Camel, e a seguire Cat Stevens, allora ai vertici della popolarità in Italia, con il brano The Hurt dal suo nuovo album Foreigner (pubblicato a luglio del 1973).

 

 

1973

 

Ancora a proposito di Cat Stevens e del suo nuovo LP The Foreigner, in un'altra puntata della stessa estate, Carlo Massarini presenta per intero la lunga suite che da' il titolo al nuovo lavoro del musicista greco-inglese. Non manca anche di sottolineare la bellezza dei versi, proponendo come estratto: "I've seen many other girls before, ah but darling / Heaven must've programmed you"  ("ho visto molte altre ragazze prima di te ma, mia cara, il tuo arrivo deve essere stato pianificato in paradiso").
Il brano che segue a completare lo spazio di Massarini 8non incluso nel clip) era Anne Of Cleves dal lavoro solistico del 1973 di Rick Wakeman, "The Six Wives of Henry VIII".
(e la copertina di The Foreigner? Clicca qui)

 

 

 

1973

 

Torniamo ancora nel 1973 a Per voi giovani - Estate del 1973 con un altro estratto della trasmissione. In onda un classico della West Coast, altro genere musicale tutt'altro che trascurato dai conduttori e dai programmatori della trasmissione RAI. Si tratta di Carry On, uno dei brani portanti (l'autore è Stephen Stills) del più grande successo (soprattutto in Italia) del supergruppo Crosby, Stlls, Nash & Young, tutto registrato dal vivo. Attenzione: il parlato arriva dopo un minuto circa di musica.

 

 

 

1973

 

Sempre nel 1973, Carlo Massarini è impegnato nella rituale presentazione di una classifica di vendita di LP e, da una antologia dei Beatles (1967-1970), che pare fosse piazzata al quarto posto, estrae un controverso classico di John Lennon, I'm The Walrus, da Magical Mystery Tour (1967).
(Nella foto i Beatles in una foto del periodo di Magical Mystery Tour.)
 

 

Yessongs

1975

Siamo nel 1975 (il mese dovrebbe essere giugno), a un momento cruciale nella storia della trasmissione, inizia l'ultima puntata della famosa classifica dei 100 LP da salvare, Massarini e Cascone al microfono presentano i primi quattro LP scelti dagli ascoltatori, che hanno spedito a Per voi giovani innumerevoli classifiche personalizzate. Le lettere più interessanti e articolate sono state anche lette durante il programma dai due conduttori, aprendo spesso un dibattito sulla qualità della musica proposta, sulle eterne diatribe tra "commerciale" e "impegnato", sul concetto di rock e di progressive. Si comincia dal numero 4, che è appannaggio di uno dei gruppi portabandiera del genere progressive, gli Yes di Rick Wakeman e Jon Anderson, che erano anche da poco scesi in Italia portando il loro rutilante tour di concerti, con il loro fortunato album Yessongs. 

 

 

Note e disclaimer

 

Visto il grande interesse suscitato nei visitatori di M&M dalla pagina dedicata alla storica trasmissione, ed in considerazione delle numerose richieste, abbiamo deciso di mettere in linea alcuni estratti audio. Essendo parziali ed avendo l'unico scopo di ricordare la trasmissione a chi la ascoltava e di farla conoscere a chi non l'ha potuta ascoltare per motivi anagrafici, nonché di integrare l'analisi critica di M&M, confidiamo che nessun copyright sia violato. Per qualsiasi comunicazione in tal senso l'indirizzo è questo.

Avete clip audio o altre memorie di Per voi giovani? Scriveteci

 

Fonti

 

La maggior parte del materiale audio è stato gentilmente messo a disposizione da Paolo Mulas e deriva da sue registrazioni degli anni '70. Le registrazioni sono recuperate da musicassette di molti anni fa e in genere sono di bassa qualità, ma ancora ascoltabili.
Il materiale audio relativo a Claudio Rocchi è stato reperito in rete e fornito a Musica & Memoria. L'autore delle registrazioni, Francesco, ha consentito gentilmente di renderlo disponibile attraverso M&M.
La sigla della trasmissione con Arbore e Fusco è stata messa a disposizione da Carlo Massarini, così come gli estratti con Cascone e relativi a Per voi giovani estate indicati con numero anno in verde.

 

© Note // Febbraio 2009 - Aprile 2009 (Spazio Rocchi) - Maggio 2009 (Altre clip: ELP - Pictures at an Exhibition, I'm The Walrus, CSN&Y, Cat Stevens - The Foreigner, Mr. Tambourine Man) - Maggio 2009 II (Altre clip di Rocchi con Massimo Villa, PVGE agosto-settembre 1973) - Aprile 2012 (Nuovi estratti forniti da Carlo Massarini, indicati conasterisco) / Novembre 2017 (Nuovi estratti messi a disposizione da Flavio Monego, indicati con doppio asterisco) // Il materiale audio non è copiabile né riproducibile senza preventiva autorizzazione / Il copyright della emittente radiofonica e dei conduttori è implicito e il materiale è pubblicato per soli scopi di ricerca, critica musicale e indagine storica sulla radio in Italia (vedi DISCLAIMER).

CONTATTO

HOME

     

Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.